Migliori VPN per l’estero

Chi viaggia molto e si ritrova fuori dall’Italia per motivi di lavoro/vacanze sa bene perché una VPN per l’estero è una necessità concreta. Al di là del lato sicurezza e privacy, altri importanti funzioni legate a questi servizi, il mondo presenta ancora alcune “barriere digitali” per quanto riguarda l’online.

Per esempio, piattaforme come Netflix o HBO offrono contenuti diversi a seconda del proprio IP. In parole povere, se ci si ritrova all’estero, potrebbe non essere possibile seguire le proprie serie TV o film preferiti tramite queste piattaforme.

Se per chi si trova in ferie o fuori dai confini nazionali per qualche giorno questo non è un problema, chi passa più tempo all’estero potrebbe sentire maggiormente questa necessità. Dunque, le VPN come ad esempio NordVPN (qui il Sito Ufficiale), sono pressoché l’unica soluzione per guardare i canali TV italiani all’estero.

Migliori VPN per l’estero

  1. NordVPN (Sito Ufficiale);
  2. PureVPN (Sito Ufficiale);
  3. CyberGhost (Sito Ufficiale);
  4. Express VPN (Sito Ufficiale).

Se ti interessano le recensioni e le opinioni dei differenti servizi VPN che ci sono sul mercato, ti consigliamo di vedere la nostra sezione appositamente dedicata alle recensioni delle VPN.

Perché serve una VPN all’estero? Streaming audio-video, sicurezza e non solo…

L’abbinamento VPN estero però, non è solamente legata allo streaming audio-video. In Cina per esempio, i blocchi governativi impediscono l’utilizzo di alcuni tra i principali social network. Chi si trova in questo paese dunque, potrebbe avere difficoltà a mantenere i contatti con amici e familiari. Una VPN per la Cina, in questo caso, riesce a “bypassare” facilmente i blocchi.

Infine, va tenuto conto del fattore sicurezza e privacy. A prescindere dal fatto che ci si trovi in Italia o all’estero, la maggior parte di VPN, come NordVPN (qui il link al Sito Ufficiale), offre anche un servizio di protezione dei propri dati online (spesso tramite crittografia). Ciò consente di poter operare online senza il pericolo che qualche hacker (se non il nostro stesso provider possa dare uno sguardo alle nostre azioni) come purtroppo accade spesso in USA o in Russia.

E’ legale usare una VPN per l’estero

Le VPN sono legali nella maggior parte dei paesi. Ovviamente ciò non vuol dire che sia consentito fare ciò che si vuole attraverso tale servizio: un’attività illegale perseguita attraverso VPN è ovviamente perseguibile.

Per quanto concerne i paesi che vietano del tutto l’uso di questi servizi, vi è la Cina, la Corea del Nord e il Turkmenistan.

Le VPN all’estero sono sicure e veloci?

La velocità delle VPN dipende solitamente dalla qualità e dal numero di server che ne costituiscono la struttura. Ogni servizio di questo genere offre un numero più o meno elevato di nodi a cui è possibile collegarsi.

Scegliendo un server è possibile “adottare” il suo numero IP. La qualità della linea dunque, dipende anche molto dal nodo scelto e dalla qualità dello stesso.

Come usare una VPN all’estero

Ovviamente ogni servizio ha un funzionamento diverso. Le VPN all’estero, così come quelle utilizzate in Italia, lavorano solitamente attraverso

  • app mobile, per chi intende usare il servizio in ottica smartphone o tablet
  • client desktop, ovvero attraverso un vero e proprio software da PC
  • estensione browser, per utilizzare la VPN direttamente sul proprio browser preferito

Una volta attivata l’app, il client o l’estensione, è solitamente possibile scegliere la regione geografica di provenienza del proprio IP e talvolta anche l’IP vero e proprio. Fatto ciò, è possibile navigare tranquillamente. Ai provider risulterà che qualunque operazione online provenga dall’IP selezionato attraverso la VPN.

Esistono davvero VPN gratuite per l’estero?

Alcuni servizi VPN vengono erogati a titolo gratuito da alcune aziende. Sotto questo punto di vista, basta pensare a quella integrata direttamente nel browser Opera. Nonostante queste siano una buona soluzione per avvicinarsi al settore, come vedremo nel capitolo successivo non sono particolarmente prestanti per un utilizzo serio e intensivo delle stesse, ma si necessiterà di una VPN più performante come NordVPN (qui il Sito Ufficiale), leggi anche la nostra recensione di NordVPN con le relative opinioni.

Perché alla fine le migliori VPN sono quelle a pagamento?

Ovviamente, se alcuni servizi sono gratuiti e altri risultano a pagamento, vi sono differenze sostanziali. Per esempio, servizi di streaming individuano e bloccano facilmente le VPN gratuite, in quanto utilizzate in massa, e impediscono alle stesse di poter bypassare i limiti territoriali.

Per lo stesso motivo, la velocità è decisamente ridotta sui servizi gratuiti il che rende comunque praticamente impossibile poter fruire di servizi streaming senza il fastidioso fenomeno del buffering.

In fine, anche lato sicurezza, le VPN gratuite non sono in grado di offrire standard elevati come la concorrenza a pagamento.

In conclusione, un servizio gratuito può essere utile per provare con mano come funzionano queste piattaforme. Per chi intende usare una VPN seriamente però, passare a un servizio a pagamento è pressoché indispensabile come NordVPN (Sito Ufficiale).

VPN per l’estero: